BI24_FLASH_L’AROMA DEL GIORNO. Cucinando con i ragazzi dell’Alberghiero di Cavaglià: ragù di cinghiale

_Ingredienti:
– 1 rametto di rosmarino
– 3 foglie di salvia
– 1 cucchiaino di bacche di ginepro secche
– 3 cucchiai di olio extravergine d’’oliva, più dell’’altro per guarnire
– 1 cipolla rossa media, tagliata a dadini
– 1 carota, a dadini
– 1 gambo di sedano, a dadini
– 455g di cinghiale macinato
– ½ tazza di vino rosso secco, tipo Chianti
– Una confezione da 395g di pomodori pelati (pomodori interi sbucciati)
– Sale kosher e pepe nero appena macinato
– 455g di tagliatelle secche
– Parmigiano, per condire
– Prezzemolo fresco sminuzzato, per guarnire
_Preparazione:
Tagliare una stamigna delle dimensioni di 6×6 pollici quadrati. Spezzare il rametto di rosmarino in tre pezzi. Mettere il rosmarino, la salvia e le bacche di ginepro nella stamigna e usare dello spago da cucina per richiuderla come un sacchetto. In una pentola capiente, riscaldare l’’olio d’i oliva. Aggiungere la cipolla, la carota, il sedano e cuocere a fuoco medio-alto, finché non saranno teneri e dorati, ma non troppo abbrustoliti, per 7-10 minuti.
Tagliare delicatamente il cinghiale crudo con un coltello, aggiungerlo alla pentola e farlo rosolare uniformemente, per circa 5 minuti. Versare il vino, raschiare le parti annerite sul fondo della padella e lasciar evaporare il vino, per 4-5 minuti. Quando l’’odore dell’’alcol sarà svanito, spezzettare i pomodori con le mani e aggiungerli alla carne insieme al sacchetto con le erbe.
Condire con sale e pepe, mescolare bene e ridurre le fiamma fino a farlo sobbollire leggermente. Cuocere dai 45 minuti a 1 ora. Rimuovere il sacchetto di erbe. Cuocere la pasta in un’’ampia pentola di acqua salata e scolarla quando è ancora molto al dente. Unire la pasta alla salsa di cinghiale. Condire con Parmigiano appena grattugiato, un filo d’’olio d’’oliva e un po’ di prezzemolo.

I commenti sono chiusi.