BI24_FLASH_LA SAI L’ULTIMA SUL “CAVI”? Biella: il comune non cancellerà, le 44 multe che per il Prefetto sono farlocche

_Ros
In tre soli anni, si è già assicurato un posto unico nella storia della città di Biella e del Biellese: quello del peggior sindaco di tutti i tempi, del peggior sindaco possibile. Un sindaco votato da un cittadino su cinque; un sindaco, che da sindaco non ha avuto scrupoli ad accettare il ruolo di avvocato dei falsi profughi.
Un sindaco che senza alcuna dignità, minimizza tutto il disagio che l’immigrazione clandestina degli ultimi anni, ha creato in quella che una volta era una città più serena e pulita. Un sindaco che organizza raccolte rifiuti personalizzate per gli amici degli amici, costringendo vigili urbani e dipendenti Seab a commettere un reato, sostando su di una proprietà privata.
Un sindaco che difende una cooperativa, di fronte ad un bimbo di un anno che esce da uno degli asili della sua città, con il volto ferito da mani adulte. Un sindaco che incurante di tutto questo, invece di provare a fare il suo dovere, va in giro a scattare foto a tradimento alle auto in divieto di sosta, per far comminare multe agli agenti del comando di Polizia municipale, che intanto se ne stanno tranquilli in ufficio.
Bene. Della serie: la sai l’ultima sul “Cavi”? Da Palazzo Oropa ora giunge la notizia, quasi ufficiale, che quelle 44 contravvenzioni elevate dal sindaco, che sia la Prefettura che il Ministero degli Interni hanno dichiarato irregolari solo qualche giorno fa, non verranno cancellate. Invece di chiedere scusa e rimborsare chi ha già pagato, il sindaco peggiore di tutti i tempi, tira dritto per la sua stradina triste, buia e sempre più piena delle risate dei suoi concittadini. Perché la Biella di Cavicchioli, è un posto in cui alla mancanza di logica, di idee, di voglia di fare, si risponde sempre nella stessa maniera: con la comicità.

I commenti sono chiusi.