BI24_FLASH_TUTTO IL CALCIO (BIELLESE), MINUTO PER MINUTO. Eccellenza: Biellese, la “scalata” riparte dallo Stresa

Stresa è una città d’acqua, di lago, ma oggi pomeriggio allo stadio “Pozzo Lamarmora”, per la Biellese di Andrea Roano, sarà una cima, un “chiodo” da alpinismo a cui attaccarsi, per riprendere quella scalata alla vetta, fermatasi in maniera così sciagurata sette giorni fa, sul campo dell’Alicese.
La casistica dice che all’ultima sconfitta, a Pavarolo nella prima giornata del torneo, i bianconeri avevano risposto con un filotto di tre vittorie consecutive, con una pioggia di reti segnate, la rete di Goio inviolata e la grande favorita Verbania, rispedita al mittente con tre “pere” nel borsone.
Gli auspici sono buoni, anzi ottimi, anche perché a differenza del passato, questa squadra ha dimostrato di essere cresciuta, di aver imparato ad assorbire i passi falsi ed a trasformarli in energia positiva da gettare, subito dopo, in campo. In tal senso, la sfida contro i lacuali, che sono squadra ambiziosa, dirà cose nuove, oggi pomeriggio, sulle reali velleità stagionali di capitan Vanoli e compagni.
Per quanto riguarda la formazione anti-Stresa, Roano ha ormai abituato tifosi ed avversari a qualche “sorpresa” per ogni match, ma che Munari sia difensore centrale o centrocampista, che ci siano Scavetta e Latta oppure Artiglia e Samarotto, che Vanoli e botti partano dalla panchina o vadano in campo subito, questa Biellese non è un fuoco di paglia.

I commenti sono chiusi.