BI24_FLASH_IL SALVATAGGIO. Masserano: i carabinieri si gettano nei boschi di notte e ritrovano, il ragazzo ferito che si era perso

Dopo la domenica in mezzo alla natura con gli amici, si è perso nei boschi che sovrastano la diga di Masserano e, cercando di ritrovare la via, si è infortunato alle caviglie rimanendo bloccato. E’ riuscito però a dare l’allarme alle persone che poco prima erano con lui, prima che il cellulare si spegnesse e questo, molto probabilmente, gli ha salvato la vita.
Brutta disavventura, ma fortunatamente senza drammi finali, ieri, per un 21enne residente a Vercelli. I suoi due amici, un 24enne della sua stessa provincia ed un 23enne di Pavia, hanno infatti subito allertato i soccorsi e anche prima che sul posto intervenissero 118 e vigili del fuoco, i carabinieri della stazione di Masserano lo avevano tratto in salvo.
Fondamentale, per il suo recupero, il coraggio e l’abnegazione del comandante della caserma, maresciallo Giulio Perotti, che insieme ad uno dei suoi uomini, munito di torce e ricetrasmittente, si è subito infilato nei fitti boschi della zona, accompagnato da uno degli amici del disperso.
Dopo circa tre chilometri, il 21enne è stato individuato: dolorante ma in discrete condizioni, sorretto a spalle dai militari, è stato quindi portato al sicuro con l’aiuto dei pompieri, prima che il personale del 118 lo prendesse in consegna per portarlo al pronto soccorso di Alberetti. Non è in pericolo di vita.

I commenti sono chiusi.