BI24_FLASH_L’AIUTINO. Biella: il Comune sosterrà i 13 negozi “di collina” della città, con un contributo di 1.500 euro

Ventimila euro, diviso 13 esercizi, uguale 1.538: è questa la cifra che l’Amministrazione comunale di Biella, dopo il regolare bando lanciato nei mesi scorsi, consegnerà ai negozi “di collina”, per sostenere il loro lavoro quotidiano, in favore delle zone più periferiche della città. “Si tratta pressoché del 100 per cento delle domande che avevamo ricevuto spiega l’assessore La Malfa – solo una non è stata ammessa perché il negozio non è ancora materialmente aperto. Potrà entrare nella lista dall’anno prossimo, dato che abbiamo intenzione di mantenere questo sostegno per almeno un triennio”.
Ecco l’elenco dei negozi di collina rione per rione: a Barazzetto l’edicola-tabaccheria Gili di strada Barazzetto-Vandorno 145, nella zona della Nera tra San Grato e Piazzo il minimarket Pane e Marmellata di strada della Nera 19/a, l’edicola-tabaccheria-libreria Coda Zabetta di strada della Nera 19, la macelleria Ramella Rat di via Juvarra 1, a Cossila San Grato il market A&O Cossila di via Santuario d’Oropa 75, la farmacia Rosso di via Santuario d’Oropa 52 e l’edicola-tabaccheria Frigato di via Santuario d’Oropa 133, a Favaro l’alimentari Romano di via Santuario d’Oropa 491, a Pavignano il minimarket-tabaccheria Osiliero di via Rappis 6-8, il frutta e verdura Uberti Bona di via Rappis 5, l’edicola-cartoleria Manca di via Rappis 5 e l’edicola-tabaccheria-cartoleria Braga di via Pettinengo 23, a Vaglio Alimentari ‘l Val di strada Vaglio Colma 55/b.

I commenti sono chiusi.