BI24_FLASH_LA BATTAGLIA. Fratelli d’Italia difende artigiani e ditte individuali ed agli “ignavi” sindacalisti biellesi non piace…

I sindacati biellesi, gli stessi sindacati che negli ultimi vent’anni hanno osservato, ignavi ed immobili, lo smembramento del sistema lavorativo biellese, oggi vanno all’attacco di Fratelli d’Italia, colpevole di aver difeso gli artigiani e le ditte individuali del Territorio.
“Non stupisce la posizione del sindacato contro di noi – spiega infatti Andrea Delmastro – e la nostra scelta di difendere ditte individuali e artigiani, dalla applicazione draconiana di una normativa volta a colpire eventuali elusioni della legga sulla sicurezza del lavoro da parte delle grandi imprese, che applicata sulle piccole aziende stravolge lo spirito della norma. I sindacati italiani sono quella strana… associazione che concorda le ‘ristrutturazioni’ (nome con cui si mascherano licenziamenti di massa) con le grandi imprese, ma punisce a sangue il commerciante o l’artigiano che licenzia il lavativo…”.
Niente di nuovo sopra e sotto il cielo biellese: basta vedere con che… pacata sonnolenza, i sindacalisti lanieri vivano questo periodo terrificante per il Territorio, infischiandosene altamente dei disoccupati e dei lavoratori in difficoltà.
“Con splendida coerenza anche in questo caso il sindacato interviene chiedendo il “pugno di ferro” nei confronti di artigiani e imprese individuali ed evita accuratamente di pretendere che la normativa venga applicata alla grande impresa. Siamo onorati – conclude Delmastro – di essere dalla parte delle imprese artigiane e individuali e distanti dai sindacati. La parte giusta è quella di chi lavora e produce ricchezza e non l’altra”.

I commenti sono chiusi.