BI24_FLASH_IL CASO. L’Onorevole Nastri di Fratelli d’Italia, porta a Roma il caso dell’ex Macello (e il lassismo di Cavicchioli)

Gaetano Nastri

E adesso, alla faccia della Giunta Cavicchioli che minimizza sempre, mentre la città affoga nel degrado, il caso dell’ex Macello di via Ivrea è arrivato fino a Roma, direttamente sulla scrivania del Ministro dell’Interno Minniti, grazie al Deputato piemotese di Fratelli d’Italia, Gaetano Nastri.
“Nonostante le segnalazioni dei cittadini e gli interventi di Fratelli d’Italia – si legge nell’interrogazione parlamentare – da anni a Biella, in via Ivrea, in uno stabile della regione Piemonte, risiedono stabilmente alcune persone indigenti, nella maggioranza stranieri, che vivono illegalmente, commettendo anche piccoli atti di microcriminalità…”.
Nastri, nella sua richiesta a Minniti, non si limita a stigmatizzare la situazione esistente all’ex Macello, ma anche l’atteggiamento assolutamente privo di buon senso, che continuano a tenere, sindaco e amministratori della città.
“Il Primo cittadino di Biella – conclude infatti il parlamentare – anziché procedere allo sgombero e ripristinare la legalità, ha sostenuto attraverso dichiarazioni a mezzo stampa che non si può liberare l’edificio dagli occupanti, altrimenti i soggetti accampati all’interno rischiano di finire in mezzo ad una strada…”.

I commenti sono chiusi.