BI24_FLASH_UN SINDACO ALLA DERIVA/1. Lega Nord: “Oltre 40 cittadini, multati per divieto di sosta grazie alle foto di Cavicchioli…”

Biella annega nel disagio, nella povertà, in molti casi anche nel ridicolo e Marco Cavicchioli cosa fa? Si mette ad andare in giro per la città di cui dovrebbe essere il sindaco, con tanto di macchina fotografica, a colpire a tradimento le auto lasciate in divieto di sosta…
Niente di illegale, anzi, ma che tristezza vedere un primo cittadino che dopo tre anni di nulla o poco meno, finisce alla ribalta nazionale come “delatore” in borghese per gli agenti della polizia municipale. Un “boccone” prelibatissimo per la Lega Nord cittadina, che per prima ha scoperto le 43 contravvenzioni scaturite dall’attività di Cavicchioli.
«Non abbiamo nulla contro la cultura delle legalità – spiega infatti il consigliere Giacomo Moscarola – ma Biella ha altre priorità. Che tristezza pensare al sindaco di una città capoluogo di provincia, che va in giro a fotografare le auto in divieto di sosta… Non ha nulla di meglio da fare?».
Dalle parole ai fatti, in questi giorni gli esponenti di Lega Nord si rivolgeranno alla Prefettura, per andare a fondo sulla questione: Cavicchioli, poteva fare quello che ha fatto negli ultimi tre mesi? Le multe comminate grazie alle sue foto, sono valide oppure no? Al di là delle risposte che arriveranno, comunque, l’attuale Amministrazione di Biella ha fatto comunque registrare l’ennesimo episodio imbarazzante, di una imbarazzante storia che va avanti da ormai oltre tre anni…

I commenti sono chiusi.