BI24_FLASH_FINANZA: SCANDALO AUTO USATE/2. La mente della truffa, è un genio dell’elettronica… in pensione

Un genio dell’elettronica… in pensione. Dietro al giro di auto di seconda mano, messe in vendita dopo il “taroccamento” del contachilometri, c’è il titolare di una ex officina del Basso Biellese, chiusa da tempo. Formalmente, l’uomo dovrebbe risiedere in Francia, ma la sua presenza nel Biellese, in questi anni, si è fatta decisamente “sentire”. Le sue capacità, se usate a fin di bene, gli potrebbero aprire le porte di qualsiasi elettrauto del mondo, nonostante l’età. Perché non si limitava a sapere manomettere ad hoc la strumentazione, riuscendo ad abbassare la “vita” della macchina anche di 100.000 chilometri.
Riusciva anche a modificare i filtri antiparticolato e le valvole Egr, che sono fondamentali per il ricircolo del gas incombusti, nonché le centraline, alterando così a piacere, la potenza e la velocità dei mezzi. Un vero mago della trasgressione automobilistica, che gestiva una officina illegale a metà tra il film “Fast & Furious” ed una puntata della serie tv “The Shield”. Ed alla faccia del pensionato, nel suo “kit” c’erano computer, dispositivi di interfaccia grafica utili alla manomissione dei km ed altri sofisticati strumenti tecnici.

I commenti sono chiusi.