BI24_FLASH_La questione. Moscarola, Lega Nord: “Chi spreca il cibo pagato da noi, non merita di restare in Italia…”

_Giacomo Moscarola (Lega Nord)
La notizia del richiedente asilo, che per un banale litigio con un addetto della cooperativa del centro di Viale Macallè, ha gettato il cibo dalla finestra mi ha veramente fatto imbestialire. Non tanto per l’entità del fatto, ma per il valore simbolico che esso si porta dietro.
Il richiedente asilo in questione dovrebbe sapere che il cibo che ha gettato è stato pagato con i soldi di noi contribuenti, pagato anche da quei biellesi che a causa della crisi economica, magari fanno fatica a poter avere a disposizione per loro un piatto di pasta a pranzo e a cena.
Il gesto di buttare il cibo da una finestra dimostra tutta la spocchia e la presunzione di questi personaggi che si aggirano con smartphone di ultima generazione e cuffiette per le nostre città, facendo nulla tutto il giorno se non macchiarsi ogni tanto di qualche reato relativo allo spaccio di droga.
Rabbia, tanta rabbia si vede leggendo i commenti sui social da parte dei biellesi che magari in questi giorni di agosto si spaccano la schiena sotto al sole per riuscire a racimolare uno stipendio per far vivere in modo dignitoso la propria famiglia.
Questi, che (in teoria) dovrebbero scappare dalle guerre, si permettono di buttare da una finestra il cibo, quel cibo che noi dobbiamo sudarci ogni giorno. Invece di onorare e ringraziare ogni giorno per essere sfamati e vestiti, questi ingrati, si permettono di fare simili gesti che devono essere censurati in maniera categorica da tutte le istituzioni.
Mi auguro che la Prefettura prenda provvedimenti esemplari nei confronti di questo personaggio, che a mio parere, meriterebbe di essere rispedito al suo paese senza se e senza ma, al più presto: chi si macchia di tali gesti, non deve più avere alcun diritto di continuare ad essere sfamato e coccolato nel nostro paese ma dovrebbe essere rispedito a calci a casa sua!

I commenti sono chiusi.