BI24_FLASH_IL CASO/1. Nel Biellese che continua a dare spazio ai “profughi”, i Carabinieri devono… cambiare casa?

_Ros
“AAA Cercasi edificio a norma, di circa 10.000 metri quadrati, da adibire a comando provinciale dei Carabinieri”. Non è lo scherzo di qualche “buontempone” e neanche uno di quei “fake” di Facebook, che stanno in bilico tra la risata e la denuncia per diffamazione. E’ tutto vero.
In questo Biellese dove anche i ricchi – si fa per dire – sono in crisi, dove tutto diventa ogni giorno più scadente, oppure troppo costoso, anche l’Arma, anche la Benemerita, anche le cosiddette “Istituzioni” con la “i” maiuscola, devono stare attente al budget. E preparare bandi, in cerca di qualche “comodato d’uso”.
Avete presente la bellissima struttura di via Rosselli, che ospita il comando provinciale e la stazione cittadina dei Carabinieri? Ecco. L’affitto costa troppo. Mentre si bruciano milioni di euro per “importare” falsi profughi su cui guadagnare e speculare politicamente e socialmente, chi rischia la vita tutti i giorni sul campo… deve cercarsi un nuovo ufficio.
E’ l’Italia della Boldrini, baby. E’ la Biella dei Cavicchioli, baby. E’ il paese piccolo piccolo, dove la politica è diventata un mero “lavoretto”. Chiamarlo prostituzione, offenderebbe coloro che fanno un mestiere antico, difficile, pericoloso, in molti casi utile. E quasi sempre svolto tra la gente, fatto per la gente.
Questa politica, invece, “cata su i dané”, vive a sbaffo, scrocca senza remore, si crea la nicchia. E poi resta lì, sul piedistallo, a tre metri dalla merda, sorridendo di quei due metri e mezzo di buono, che lo schifo di questi anni può ancora prendersi. Più affoghiamo noi, più guadagnano loro.
Non hanno remore. Neanche per quelli che corrono comunque a difenderli, quando fanno cazzate e la gente cerca, giustamente, di fargli provare il “Codice di Pralungo”. In questo povero povero Territorio, dove una certa cooperativa, capendo che con le strutture pubbliche per i “profughi” ,la gente attorno poteva protestare, nell’ultimo anno si è comprata due stabili, che ad oggi sono “zone franche” strappate ai biellesi, i Carabinieri, devono… cercarsi casa. E un altro pezzo del, nostra dignità, muore.

I commenti sono chiusi.