BI24_FLASH_L’AROMA DEL GIORNO. Cucinando con i ragazzi dell’Alberghiero di Cavaglià: Gnocchi di prugne

_Ingredienti
– Patate rosse farinose 800 g
– Farina 00 20 g
– Burro a temperatura ambiente 50 g
– un Tuorlo
– Parmigiano reggiano da grattugiare 30 g
– Sale fino 1 pizzico
Per il ripieno:
– Prugne secche da denocciolare, carnose 12
– Zucchero 6 zollette
Per il condimento:
– Burro a temperatura ambiente 150 g
– Pangrattato 60 g
– Cannella in polvere 4 g
– Zucchero di canna 60 g
_Preparazione
Per preparare gli gnocchi di prugne incominciate a prendere le prugne e a denocciolarle con un coltello. Se utilizzate prugne essiccate piuttosto asciutte, mettetele a bagno in acqua tiepida per farle reidratare, poi strizzatele delicatamente e solo successivamente denocciolatele.
Terminato questo procedimento, mettete da parte le prugne. Lavate bene le patate sotto acqua fresca corrente e fatele lessare intere con la buccia in abbondante acqua salata. Trascorsi 40-45 minuti, accertatevi dell’avvenuta cottura delle patate punzecchiandole con una forchetta; se le patate risulteranno morbide e ben cotte, spegnete il fuoco e scolatele delicatamente dall’acqua; quindi sbucciatele ancora calde.
Successivamente passatele al passaverdura o con lo schiacciapatate e mettete la purea nella planetaria. Aggiungete il burro a temperatura ambiente a pezzettini e azionate la foglia (nel caso non aveste la planetaria, lavorate l’impasto su di una spianatoia con le mani); quando avrete ottenuto un composto omogeneo, trasferite la purea di patate su di una spianatoia.
Aggiungete quindi il parmigiano reggiano grattugiato, il tuorlo d’uovo e la farina con una spatola amalgamate il tutto delicatamente per 5-6 minuti al massimo senza impastare eccessivamente, fino ad ottenere un composto morbido a consistente. Se l’impasto fosse troppo molle o appiccicoso, unite un altro cucchiaio di farina (il risultato dipende molto dal tipo di patate che avete utilizzato). Nel frattempo mettete sul fuoco una pentola con abbondante acqua salata, che servirà per la cottura degli gnocchi.
Dividete l’impasto in 12 parti uguali del peso di 60 gr ciascuna e formate delle palline che poi andrete a schiacciare sul palmo delle mani, ottenendo così dei dischi. Terminato questo passaggio, collocate al centro di ogni disco una prugna denocciolata dentro la quale posizionerete a sua volta mezza zolletta di zucchero (oppure un piccolo cucchiaino di zucchero). Chiudete delicatamente ogni disco con le mani fino a formare l’operazione e, quando avrete finito, posizionate gli gnocchi di prugne che avete ottenuto su un vassoio foderato di carta forno.
Quando l’acqua avrà raggiunto il bollore, lessate gli gnocchi e sgocciolateli mano a mano che vengono a galla le palline. fateli quindi raffreddare in acqua fredda, immergendoli con un colino. Procedete ora alla preparazione della panatura: in una ciotola versate il pangrattato, lo zucchero di canna, la cannella, dopo di che mescolateli bene con un cucchiaio.
Passate delicatamente nella panatura che avete ottenuto gli gnocchi di prugne, facendo in modo che aderisca bene in Infine mettete sul fuoco una padella antiaderente con il burro una volta sciolto, potete decidere se cospargere gli gnocchi di prugne con il burro fuso oppure farli saltare in padella fino a quando saranno ben dorati. Inoltre un’ altra variante consiste nel far rosolare il pangrattato con il burro e la cannella per poi tuffarvi dentro gli gnocchi, facendoli saltare qualche secondo per insaporirli. Servite gli gnocchi di prugne al momento ben caldi .maniera uniforme. Ripetete l’operazione e ponete gli gnocchi panati su di un vassoio.

I commenti sono chiusi.