BI24_FLASH_PUNTI DI… SVISTA. Delmastro e Orcelletto: “Il biellese Giletti, va a “La7” e vince la sua battaglia con la Rai…”

_Sandro Delmastro, Attilio Orcelletto
Finalmente un Biellese che, con dignità e non poca forza d’animo, ha saputo vincere con determinazione l’apparentemente gigantesca battaglia contro la Rai! Come già abbiamo avuto modo recentemente di scrivere, il nostro “biellesissimo” Massimo Giletti, con grande forza d’animo e soprattutto grande coraggio, ha raggiunto un interessante accordo contrattuale con “La7”, cancellando i 29 lunghissimi anni trascorsi al servizio della televisione nazionale. Giletti ha di certo ‘sofferto’ questo ingiusto ed assolutamente vigliacco ‘tradimento’, dovuto all’improvvisa cancellazione del programma “L’Arena” dalle prime ore pomeridiane della domenica (ovviamente per offrire su un piatto d’argento, come avremo modo di vedere e prendere atto, al “compagno” Fabio Fazio il programma!).
Lo scandalo è dato dal fatto che (è sempre bene ricordare!) “L’Arena” poteva contare sull’incredibile numero di 4 milioni di affezionati telespettatori (autentico record!) ma ancora maggiore lo scandalo era ed è costituito dal fatto che nessuno è in grado di determinare la rendita pubblicitaria, anche se, ovviamente, è legata agli indici di ascolto. Appare del resto letteralmente ridicolo il fatto che cha tentato di spiegare il Direttore Generale Dr. Mario Orfeo, che ha così ‘balbettato:” In 33 appuntamenti la trasmissione ha garantito un ricavo pubblicitario da 2,7 milioni, a fronte di un costo medio di 147mila euro a puntata, per un totale di 5 milioni di euro a stagione” (Ma cosa vuol dire? Come mai, riteniamo di poter ribadire, oltre 4 milioni di spettatori, fatto mai accaduto?).
La verità è che il programma è stato chiuso perché “L’Arena” era una trasmissione decisamente “scomoda” e, come tale, dava comprensibile fastidio ed aveva, proprio per questa ragione, una quantità assolutamente senza precedenti di spettatori. Ma, come ci insegna l’esperienza, avremo modo di vedere ciò che accade: noi siamo dalla parte di Massimo Giletti non solo perché è biellese, ma perché è assolutamente onesto e corretto: e scusate se è poco!

I commenti sono chiusi.