BI24_FLASH_CARCERE: ANCORA VIOLENZE/2. I sindacati: “I clima di tensione che si respira, è ormai insostenibile…”

_Riceviamo e pubblichiamo:
Sono giorni intensi e faticosi per le unità di polizia penitenziaria in servizio presso la struttura biellese. Dopo che un detenuto ha gratuitamente aggredito un infermiere e 4 poliziotti è arrivata subito la risposta dell’amministrazione regionale, che ha trasferito il facinoroso in un’altra struttura.
Intanto il personale di polizia in servizio in via Dei tigli, è costretto spesso a ripristinare l’ordine e la sicurezza per fronteggiare quella parte di detenuti poco rispettosa delle regole. Nel penitenziario di Biella si contano sempre aggressioni a danno dei poliziotti. Infatti l’ultima quella di ieri sera, un detenuto extracomunitario ha pensato bene di sfogare la sua rabbia addosso agli agenti in servizio, lanciando generi di vario tipo tra cui pezzi di legno recuperati all’interno della propria cella.
Non conosciamo ancora i dettagli della vicenda ma poco importa, ormai la POLIZIA PENITENZIARIA subisce e basta. A denunciare gli episodi le OO.SS. UIL – CISL – CNPP – CGL: speriamo che non accadono più episodi di questo tipo si comprendere lo stato d’animo con cui i poliziotti di viale dei tigli affrontono un turno di servizio.
Questo ennesimo atto di violenza nei confronti di un BASCO AZZURRO denota il livello di tensione che si respira all’interno delle mura del Penitenziario biellese. Oltre a quanto già denunciato con i precedenti comunucati ribadiamo il fallimento sulla gestione in generale del Penitenziario. Ma allo stesso tempo quelle poche unità rimaste e che costantemente vengono in servizio nonostante tutti i disagi d’affrontare portano avanti il delicato compito perché responsabili e ligi al dovere.

I commenti sono chiusi.