BI24_FLASH_CARCERE NEL CAOS/1. Ancora violenza: omicida 50enne picchia un infermiere, 4 agenti all’ospedale per fermarlo

Ancora atti di violenza imperdonabili contro il personale, ieri, all’interno di un Carcere, quello di Biella, in cui ormai la frattura tra direzione e Polizia Penitenziaria, sta diventando un caso nazionale, oltre che il simbolo di tutto quello che non funziona nel sistema carcerario nazionale.
Subito dopo pranzo, terminata la visita parenti, un detenuto italiano di 50 anni, condannato tra le altre cose anche per omicidio, mentre percorreva il corridoio che conduce alla sua sezione, senza alcun motivo ha sferrato un pugno in pieno volto, ad uno degli infermieri che lavorano a via Dei tigli. Per calmarlo, sono dovuti intervenire ben cinque agenti, quattro dei quali finiti poi all’ospedale, insieme al primo uomo aggredito.
“Le condizioni del carcere di Biella – spiegano i sindacati – sono tra le peggiori sul territorio nazionale. L’istituto si presenta come un vero e proprio girone dantesco per il personale, soprattutto per le qualifiche più basse, che sono abbandonate a se stesse. Cosa deve succedere ancora per arrivare all’avvicendamento del Direttore e del Comandante?”.

I commenti sono chiusi.