BI24_FLASH_La battaglia: Antonio Montoro: “Passa il tempo, i politici vanno in pensione e noi invalidi?”

_Antonio Montoro
Quando si parla di tagli ai vitalizi, si sente sempre parlare dei possibili ricorsi per “incostituzionalità per i diritti acquisiti”. Tuttavia, circa sei anni fa è stata approvata la riforma Fornero trascinando milioni di italiani ormai prossimi alla pensione in un girone infernale, e questa ipotesi non è stata neppure presa in considerazione.
Quel girone infernale che si è portato dietro anche le persone invalide dal 46 al 74% che non hanno nessuno sconto pensionistico e sono legate anche loro all’aspettativa di vita. Esiste anche al Senato un DDL, il numero 2794, che ha lo scopo di accorciare il percorso lavorativo degli emofilici anziani (circa 500 nei prossimi 10 anni) con costi sopportabili per il sistema pensionistico nazionale.
Nel mentre lavoratori sani del comparto pubblico, possono andare in pensione un decennio prima rispetto alle persone malate. Tralascio l’argomento del risparmio tradito, delle continue ruberie e sprechi, per non parlare delle liquidazioni milionarie date a manager dopo pochi mesi di lavoro. In conclusione mi sorge spontanea una domanda: è costituzionale che si faccia al popolo italiano tutto questo? Ringrazio se qualcuno mi risponde pubblicamente.

I commenti sono chiusi.