BI24_FLASH_La battaglia. Un Centro profughi nel Biellese? Favero svende il Territorio, la Lega insorge: “Ora basta”

La Senatrice Pd Favero, dovrebbe rappresentare il Biellese a Roma e invece cosa ti combina a… Torino? Raccoglie “l’assist” del progetto per il terzo “hub”, per il terzo centro profughi (se così vogliamo chiamarli…) che dovrebbe aprire in Piemonte e “svende” il Territorio che le permette un lauto stipendio mensile, proponendo proprio il Biellese come sede.
Ovvio che nello sdegno generale, le prime urla non possano non provenire dalla Lega Nord… Urla, ovvio, parole tutt’altro che gentili, ovvio, ma non solo: il “Carroccio” laniero vuole combattere questa follia su tutti i fronti, anche quelli istituzionali e così è stata subito preparata una mozione, da proporre in ogni comune della Provincia, per permettere alle amministrazioni, che prendere ufficialmente le distanze dal senatore Pd.
“La Giunta Regionale non pensi di proseguire con questa scellerata politica sull’immigrazione a spese dei biellesi. In questi anni ci siamo impegnati in tutti i comuni della provincia dove i cittadini hanno richiesto il nostro aiuto – spiega Michele Mosca – adesso è necessario che siano i sindaci in prima persona a fare squadra. Invierò la mozione a tutti comuni della provincia e chiederò ai consiglieri di sostenere questa battaglia per far capire al Governo e alla Regione, che prima vengono i doveri nei confronti dei biellesi e poi nei confronti dei migranti che veramente scappano da situazioni di guerra e realmente sono in pericolo di vita”.

I commenti sono chiusi.