BI24_FLASH_La questione. Mosca e Simonetti, Lega Nord: “Parcheggi Ospedale: alla fine, si pagheranno anche quelli di Biella…”

_Michele Mosca, Roberto Simonetti (Lega Nord)
In merito alla vicenda che ha visto la pubblicazione e successiva conclusione della procedura di bando relativa alla concessione per la gestione dei parcheggi nel polo ospedaliero di Ponderano e che ha evidenziato come anche gli stalli insistenti sul territorio del comune di Biella siano soggetti a pagamento, giova precisare che Lega Nord ha sin da subito appoggiato l’opzione che prevedeva il pagamento di una somma simbolica (1 euro per 24 ore di sosta) purché una parte di essi fosse mantenuta gratuita.
A procedura conclusa scopriamo che quanto da noi auspicato è stato disatteso e ancora una volta ad essere penalizzati saranno i cittadini biellesi. Rileviamo che in data 30/03 u.s. gli uffici della provincia di Biella, in qualità di stazione appaltante per la procedura di gara, con propria nota indirizzata all’ASL, al Comune di Biella e a quello di Ponderano sollevarono il problema chiedendo lumi sulla procedura da seguire e se si ritenesse opportuno apportare modifiche al bando prima della pubblicazione.
La risposta del Comune di Ponderano fu negativa, sollecitando la pubblicazione e la chiusura dell’iter burocratico. Ciò premesso, poiché il Sindaco Cavicchioli oggi appare fortemente contrariato dall’esito finale del bando e dal fatto che anche i parcheggi insistenti sul suo territorio saranno “blu”, dovrebbe immediatamente rendere pubbliche le note successive al 30 marzo in cui specifica al sindaco di Ponderano e agli altri attori coinvolti che tali parcheggi devono restare a servizio dei cittadini in maniera gratuita.
Poiché dalla documentazione in nostro possesso tale precisazione non compare, esprimiamo sconcerto per quanto accaduto. D’altra parte, anche il sindaco di Ponderano non può accettare che i biellesi non abbiano la possibilità di scegliere se pagare o meno la sosta per recarsi in ospedale.
Invitiamo le parti ad assumere una posizione conciliatoria in breve tempo, anche in relazione al canone di concessione pari a euro 100.000,00 che il Comune di Ponderano incasserà ogni anno, che anteponga gli interessi dei cittadini ad inutili prese di posizione in contrasto tra di loro che potrebbero sfociare in ricorsi ed inutili e dispendiosi risvolti legali affinché venga mantenuto quanto promesso sin dall’inizio di questa vicenda.

I commenti sono chiusi.