BI24_FLASH_DENTRO IL CARCERE DI BIELLA/1. Incendi, violenze, agenti feriti, mentre continua il braccio di ferro con la direzione

Ormai è vero e proprio bollettino di guerra: mentre le rappresentanze sindacali di categoria, combattono per una migliore e più sicura organizzazione del lavoro, nel carcere di Biella gli agenti della Polizia Penitenziaria devono affrontare ogni giorno, con tutto il cuore e la professionalità possibili, l’atteggiamento sempre più esasperato e violento dei detenuti. Per ben comprendere cosa il personale in servizio a via Dei Tigli, sta cercando di far capire alla direzione della casa circondariale, basta raccontare quale è stata, venerdì scorso, la loro… “giornata lavorativa”.
Alle 13, tanto per digerire il pranzo, un italiano che deve scontare 10 anni di reclusione, ha appiccato un incendio nella sua cella, rischiando di mandare a fuoco tutto il piano in cui si trova: per spegnere le fiamme e salvare il detenuto, tre agenti sono finiti all’ospedale per intossicazione… Neanche il tempo di rifiatare, alle 18 il personale in servizio ha dovuto ancora fare gli straordinari, per calmare un detenuto 20enne di origini marocchine, che con fare violento, ha cercato di opporsi al rientro in cella. In questo caso, almeno, nessun poliziotto si è fatto male…

I commenti sono chiusi.