BI24_FLASH_Anci Piemonte: Roberto Pella, a Torino, ha presentato il bando per gli impianti sportivi nei piccoli comuni

_Riceviamo da Anci Piemonte e pubblichiamo:
La metà dei fondi messi a disposizione dal bando “Sport Missione Comune” 2017 – sottoscritto nei mesi scorsi dall’ANCI e dall’Istituto di Credito Sportivo – è riservata ai piccoli Comuni. Lo ha ribadito, a Torino, il vicepresidente vicario di ANCI nazionale e sindaco di Valdengo (BI) Roberto Pella, nel corso del seminario che si è svolto nella Sala delle Colonne del Comune.
In una lettera trasmessa alle ANCI regionali, Pella, aveva rimarcato l’importanza dei finanziamenti per tutte quelle “aree che spesso non hanno la possibilità di utilizzare fondi propri per la riqualificazione o la realizzazione di impianti sportivi, a partire da quelli scolastici”.
I progetti definitivi o esecutivi per i quali è possibile richiedere l’ammissione a contributo devono essere relativi a: costruzione, ampliamento, attrezzatura, miglioramento, ristrutturazione, efficientamento energetico, completamento e messa a norma di impianti sportivi e/o strumentali all’attività sportiva, anche a servizio delle scuole, comprese le piste ciclabili, ivi compresa l’acquisizione delle aree e degli immobili destinati all’attività sportiva.
Il protocollo sottoscritto da ANCI e ICS ripercorre un’iniziativa già sperimentata lo scorso anno, che ha consentito la realizzazione di più di 301 progetti in 19 regioni. “Quest’anno – ha sottolineato Pella a Torino la dotazione finanziaria del bando è addirittura raddoppiata, con un investimento di 200 milioni di euro divisi in due plafond”.
Il primo plafond è di € 100 milioni di euro per mutui a interessi zero, da stipulare obbligatoriamente entro il 31/12/2017, anche con la finalità di fornire un impulso all’economia attraverso gli investimenti nel settore dell’impiantistica sportiva e destinato a Comuni e Unioni di Comuni attraverso l’iniziativa “Sport Missione Comune 2017″ di cui: € 50 milioni di mutui per interventi realizzati dai comuni delle aree interne e dalle Unioni di Comuni; € 50 milioni di mutui per interventi realizzati dagli altri Comuni.
Ciascun ente potrà presentare una o più istanze, ognuna relativa ad un solo progetto o lotto funzionale, che godranno del totale abbattimento della quota interessi nel limite massimo complessivo di € 2 milioni di mutui (€ 4 milioni per i comuni capoluogo e le unioni di comuni). Ciascun mutuo potrà godere del totale abbattimento degli interessi sino all’importo massimo di € 2 milioni. L’eventuale quota di ciascun mutuo eccedente l’importo di € 2 milioni godrà di contribuzione negli interessi dello 0,70%.
Il secondo plafond, per altri 100 milioni, verrà erogato agli enti locali, e anche a privati, nell’ambito di operazioni di partenariato pubblico-privato a tasso agevolato (a titolo di esempio, per i Comuni l’1% per un mutuo a tasso variabile della durata di 15 anni), per coprire le spese eccedenti i 2 milioni a tasso zero del plafond A”.
Le istanze dovranno essere trasmesse direttamente dagli enti a mezzo PEC, all’indirizzo icsanci2017@legalmail.it Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. a partire dalle ore 10:00 del 06/09/2017 e non oltre le ore 24:00 del 28/10/2017. I progetti dovranno essere muniti di parere favorevole rilasciato dal CONI: si consiglia dunque di attivarsi fin da subito per il rilascio all’indirizzo web http://cis.coni.it.
Nel nuovo bando vengono anche semplificate le procedure per la presentazione delle domande. L’esito delle domande sarà pubblicato sui siti web http://www.anci.it e http://www.creditosportivo.it entro 20 giorni dalla scadenza dei termini del bando. Per i comuni, la documentazione per aderire a Sport Missione Comune è disponibile al seguente link: http://www.creditosportivo.it/sportmissionecomune2017.html

I commenti sono chiusi.