BI24_FLASH_La questione. Carcere: altro che pace… I sindacati di Polizia Penitenziaria, scrivono al direttore

_Riceviamo e pubblichiamo:
Egregio Signor Direttore,
che alla CASA CIRCONDARIALE DI BIELLA i sindacati di minoranza abbiano firmato con un misero 37% il Nuovo Modello Organizzativo, per poi strumentalizzarlo sui giornali locali, segnare la fine della guerra tra Direzione e Personale, si era capito. Ma la realtà è tuttaltra, poiché la Direzione ha così a cuore il benessere del personale di Polizia Penitenziaria che, nientemeno ad un collega in servizio al NUOVO PADIGLIONE il giorno 11 luglio, ha fatto battere il suo cuore a quasi 150/bmp, e per “l’emozione di essere il prescelto Super Agente” poiché l’unico “Super Agente” in quel caldo turno, si accasciava per un giramento di testa.
Il povero “Super Agente”, unica Vigilanza Dinamica nel turno 8.00-16.00 del Nuovo Padiglione dai super poteri, doveva essere in grado di garantire la vigilanza dinamica di un intero padiglione detentivo con 190 Detenuti (Utenti) presenti , con la novità della SARTORIA che, fino a qualche giorno fa era un posto di servizio fisso portato a termine da altro personale, è stata caricata al “Super Agente”.
Egregio Signor Direttore, purtroppo ogni giorno chi ha la sfiga di trovarsi di Vigilanza Dinamica al Nuovo Padiglione deve trasformarsi in “Super” e fare una bella colazione di criptonite, perché una sola Vigilanza dinamica basta ed avanza. A peggiorare ancora la situazione vi è la totale mancanza di funzionamento – come la S.V. è a conoscenza – dei cancelli di entrata ed uscita dal padiglione e il mal funzionamento dell’ impianto di Video Sorveglianza.
Pace Fatta si, … ma solo sulla pelle del personale di Polizia Penitenziaria di Biella che lavora in trincea, da solo e abbandonato a se stesso. SI SALVI CHI PUO’!

Cesarini, Sappe; Soldani, Osapp; Santaluci, Sinappe; Di Sanzo,Uspp

I commenti sono chiusi.