BI24_FLASH_L’AROMA DEL GIORNO. Cucinando con i ragazzi dell’Alberghiero di Cavaglià: il “Pan nociato”

_Ingredienti
– 1 kg di pasta di pane
– 80 g di pecorino
– 50 g di gherigli di noce
– 50 g di uvetta
– 50 g di strutto
– 1/2 bicchiere di vino rosso
– 3 chiodi di garofano
– olio, sale e pepe
_Preparazione
Lasciate a bagno nell’acqua tiepida e in recipienti separati l’uvetta e i gherigli di noce. Dopo 10 minuti sgocciolate i gherigli, spellateli, tritateli insieme ai chiodi di garofano e raccogliete il tutto in una ciotola abbastanza larga.
Unite lo strutto, metà pecorino grattugiato e la restante metà tagliata a cubetti, un pizzico di sale e uno di pepe, mescolate, quindi ammorbidite l’impasto versandovi il vino e poi alcuni cucchiai di olio, coprite e lasciate riposare per circa 10 ore.
Mettete la pasta del pane sul piano di lavoro, allargatela un po’, quindi cospargetela con l’impasto preparato e l’uvetta strizzata, amalgamate bene il tutto lavorando a lungo con le mani.
Dividete il composto in due parti, date loro la forma di pagnottine, sulla superficie tracciate con la punta del coltello due croci e lasciatele lievitare per l’intera notte. La mattina dopo cuocete le due pagnottine in forno caldo a 200° fino a quando la superficie sarà diventata di un bel colore dorato. Ritirate, lasciate raffreddare e servite il pan nociato tagliato a fette.

I commenti sono chiusi.