BI24_FLASH_La battaglia. Venerdì sera, il centro di Biella verrà illuminato dalla fiaccolata per la “libera scelta vaccinale”

“Non siamo contro i vaccini, ma contro la perdita di libertà di cura, causata dal decreto legge 73 del 7 giugno di quest’anno, proposto dal ministro Lorenzin, tenuto anche conto dei dubbi sollevati da una parte della comunità scientifica, tra cui il Premio Nobel Luc Montagnier. Prima di far inoculare i vaccini, chiediamo che siano sicuri, puliti, monovalenti; chiediamo accertamenti medici prima della somministrazione, chiediamo una verifica delle modalità, chiediamo che i vaccini possano essere controllati anche da medici di parte; chiediamo libertà di cura e di prevenzione personalizzata e soprattutto, chiediamo studi scientifici certi, che provino l’immunità ‘di gregge’ data dai vaccini”.
Firmato: i genitori che hanno fondato “Libertà di cura”, l’associazione che questo venerdì porterà nelle vie del centro di Biella, da via Italia a largo Cusano, le fiaccole e le idee di quelle mamme e di quei papà, che non sono poi così sicuri che le vaccinazioni facciamo sempre bene e sempre “lo stesso bene” ai bambini. L’appuntamento, per coloro che vorrebbero solo una maggiore e più professionale “attenzione” scientifica verso la questione, è per le ore 21.

I commenti sono chiusi.