BI24_FLASH_L’Italia vista da Biella. Sandro Delmastro: “Quando dopo un furto, l’ira dei parenti serve di più della denuncia penale…”

_Sandro Delmastro delle Vedove
Leggo su di un giornale locale, una interessantissima notizia. Ecco il titolo dell’articolo: “Ladro aggredito dai familiari della vittima”. La curiosa ed insolita vicenda riguarda la ‘robusta paura’ del ladro di fronte alla forte reazione dei familiari della signora derubata, che si sono presentati sotto l’abitazione del malvivente e con toni “forti” gli hanno fatto comprendere che era molto meglio (per lui!) non ripetere il gesto ed anzi risarcire il danno.
Sono convinto, con tutta franchezza, che questo fatto dovrebbe essere applicato a tutti i furtarelli e sono altrettanto ed anzi ancor più convinto che il numero dei reati scemerebbe di colpo. Credo infine che forse sarebbe opportuno cominciare a dire nome e cognome del ladro, in modo che questi sia consapevole della enorme pubblicità del suo illecito comportamento.
Intanto mi piace l’idea di potermi congratulare con coloro che hanno scelto, finalmente, una strada più efficiente ed efficace rispetto alla semplice formale denuncia penale: anni prima del processo, rinvii, appelli, ricorsi per cassazione. In questo caso tutto incredibilmente risolto in meno di un giorno, anzi, in poche ore!

I commenti sono chiusi.