BI24_FLASH_Biella: 20.000 euro di contributi comunali, per aiutare i negozi di periferia. Ecco finalmente in bando

Se avete una farmacia, una edicola, un alimentari o una tabaccheria, rigorosamente senza la presenza di slot machine e se la vostra attività si trova a Cossila San Giovanni, Favaro, Barazzetto, Vandorno, Piazzo, Pavignano o Vaglio, il bando pubblico che il Comune di Biella sta per lanciare fa proprio per voi. Palazzo Oropa, dopo tre anni, ha infatti deciso di investire 20.000 euro, per aiutare quei negozi “di collina” che mantengono servizi essenziali, nelle zone più periferiche del capoluogo.
Tra i requisiti richiesti per partecipare, l’essere in regola con le tasse e l’erogazione di tutta una serie di servizi, dal trasporto della spesa a domicilio al terminale per pagare i bolli, dalla vendita di carni e surgelati alla presenza, sugli scaffali, di almeno cinque prodotti tipici biellesi. «Per partecipare al bando – spiega l’assessore La Malfa – l’attività deve configurarsi come un presidio sociale a vantaggio degli abitanti del rione. Il senso è di sostenere chi a sua volta sostiene i residenti dei quartieri più lontani dal centro».

I commenti sono chiusi.