BI24_FLASH_Finanza. Un crack finanziario da 150 milioni di euro, 30 persone denunciate per essersene intascati 53…

Un crack finanziario da 150 milioni di euro, trenta persone denunciate per essersene intascati 53; un “giro” (vorticoso) da sette milioni di capi d’abbigliamento, che la Guardia di Finanza biellese è riuscita a fermare soltanto dopo un anno di approfondite e complicate indagini.
Sono i numeri impressionanti, che si nascondevano dietro all’attività apparentemente “normale” di un gruppo di società italiane ed estere (tra cui anche imprenditori biellesi), che si occupavano di abiti e moda: quando la società è stata dichiarata fallita e gli uomini del comandante Dallerice hanno iniziato ad analizzare i documenti, è saltato fuori il “marcio”.
In pratica, la famiglia che era a capo del “cartello” vendeva i propri capi d’abbigliamento a… se stessa, attraverso la creazione di una serie di altre ditte “satellite”. Un brutto colpo per l’economia ed il mondo della moda, ma anche l’ennesimo esempio della professionalità esemplare, con cui lavora ogni giorno la Guardia di Finanza biellese.

I commenti sono chiusi.