BI24_FLASH_BIELLA E LA NUOVA PERIFERIA/3. Rifanno di qua, rigenerano di là… Ed intanto, il “Pozzo Lamarmora” cade a pezzi

biella-stadio-pietoso-biella24-001

_Ros
Nel maxi progetto inviato al Governo, per la riqualificazione delle periferie della città, l’Amministrazione comunale di Biella ci ha infilato dentro un po’ di tutto: dalla rigenerazione di alcune case comunali all’erba sintetica sul campo di via VIII° Fanteria, dagli spogliatoi nuovi in via Gersen alla sistemazione di parchi giochi e viali alberati. Hanno pensato anche all’area bimbi che si trova all’interno dello stadio “Pozzo Lamarmora”…
Ma il problema, è che entrando nel mitico impianto che ha ospitato le gare della Biellese dagli anni Quaranta ad oggi, per visionare lo stato del parco giochi, nessuno dei rappresentanti del comune, ha pensato bene di buttare un occhio verso la grande tribuna coperta, che caratterizza il nostro stadio. Una tribuna che, continuando così, è destinata a diventare inagibile nel giro di pochi anni. O magari anche a crollare.
La verità è che dagli anni Ottanta ad oggi, tolto qualche intervento di facciata ed una tristissima intonacatura color… giallo e marroncino ormai risalente a tante estati fa, il monumento sportivo più importante del capoluogo, è sempre stato abbandonato a se stesso, pur ospitando, oltre alla Biellese quando esisteva, anche tante altre realtà cittadine.
Un pezzo di storia calcistica e sociale, un punto di riferimento quotidiano per la Biella a cui piace muoversi che forse, nel maxi progetto dell’Amministrazione Cavicchioli, avrebbe meritato un pochino più di attenzione. E qualche soldino…

I commenti sono chiusi.