BI24_FLASH_LA MALFA NELLA BUFERA/2. Brunetti e i rimborsi Iva: “E’ andato a Gaglianico, a dire che tutto si sgonfierà…”

biella-stefano-la-malfa-biella24

Povero, povero La Malfa. Lo abbiamo già detto, lo ripetiamo. Perché l’assessore al Commercio e Polizia municipale di Biella, oltre a fare disastri, appena apre la bocca, nella città che dovrebbe amministrare, riesce a farli anche quando si trova… in trasferta. Qualche giorno fa, infatti, il componente della giunta Cavicchioli, si trovava ai giardini comunali di Gaglianico, dove alcuni cittadini, lo hanno chiaramente sentito chiacchierare, con una signora. L’argomento del dialogo? La questione dell’Iva da restituire, sui pagamenti della Tassa rifiuti degli ultimi cinque anni, a famiglie ed imprese… “…E chi lo ha sentito parlare, per fortuna, è subito corso ad avvertirci – spiega Ivan Brunetti di Comitato Popolare Italiano – perché ciò che La Malfa ha detto, in maniera informale, è veramente inquietante. Per l’assessore di Biella, non ci sono differenze, tra un modello F24 ed un bollettino; per l’assessore di Biella, la restituzione dell’Iva, è una problema di Seab, non del Comune: per l’assessore di Biella, tutta questa vicenda si sgonfierà da sola, senza portare a nulla. E soprattutto, secondo La Malfa, l’Amministrazione comunale, sta andando nei negozi, a spiegare agli esercenti che non otterranno nulla, facendo ricorso… Ci andremo anche noi, nei negozi allora… E se scopriremo che sono andati veramente a dire queste cose, faremo una integrazione alla denuncia già presentata sull’argomento, aggiungendo anche l’Associazione a delinquere, finalizzata alla concussione con l’aggravante e il concorso. Spero per la La Malfa, che quando è a Gaglianico, le spari ancora più grosse, di quando è a Biella…”.

I commenti sono chiusi.