BI24_FLASH_NON CHIAMATELA BIELLESE, PER FAVORE/4. Ecco le immagini, di una storia che non può essere “rapita”

quinto-antonio-meola-010

Immagini. Alcune in bianconero, altre a colori. Scatti che raccontando i 115 anni dell’As Biellese 1902, raccontano anche quel pezzo di Biella, che c’è attorno al “Pozzo Lamarmora”, che c’era dietro le tribune del leggendario campo “Rivetti”. Immagini di una storia d’amore lunga oltre un secolo, scolpita nei gradoni di uno stadio, che sta per compiere ottant’anni di battaglie, di passione, di grinta, di lacrime, di vittorie. Uno stadio, che negli ultimi anni si è ingrigito, logorato, sotto il peso dell’incuria delle Istituzioni e delle offese, arrecate dalla presenza della Junior Libertas. Eccole, alcune delle immagini con cui, oggi, il Museo Virtuale della Biellese, celebrerà la “Giornata del orgoglio bianconero”.

Annunci

I commenti sono chiusi.