BI24_FLASH_Bioglio/1: comune e Banca Sella, assieme, per un percorso di sostegno (economico e non solo) per i giovani

stefano ceffa, bioglio

Un percorso di sostegno, sociale ma anche economico, che segua i giovani del paese, dalla nascita fino ai 18 anni, con tanto di possibile borsa di studio, per il momento dell’Università: è unico nel suo genere, l’accordo stretto tra Banca Sella e Amministrazione comunale di Bioglio, per dare un po’ di solidità, almeno alle generazioni future, in questo Territorio che oggi è in grado, di tutelare sempre meno persone.
Grazie all’impegno dell’istituto bancario laniero, il Comune oggi presieduto dal sindaco Stefano Ceffa, potrà innanzitutto garantire, per i primi cinque anni di vita di ogni bimbo, non solo un “bonus” che andrà, a seconda dell’Isee, da 250 a 500 euro annuali, ma anche un conto a zero spese, già aperto a nome dei piccoli “richiedenti”, in cui la “Sella” depositerà una somma totale di 1000 euro.
Dai sei agli 11 anni, i piccoli biogliesi potranno invece contare sull’ottimo servizio scolastico, comprensivo di mensa, che il paese offre, ma anche su tutti i servizi legati alla postura ed alla giusta crescita del corpo, che possono garantire i tecnici di “BioglioPesi”, mentre dopo gli 11 anni, per aiutare nel percorso delle scuole medie, sarà garantita a tutti quanti, la tessera gratuita per viaggiare in autobus.
Giunto al momento di frequentare le superiori, il giovane biogliese potrà di nuovo contare sull’accordo Sella-comune, che garantisce la possibilità di un prestito a consumo fino a 3000 euro, con un fisso al 4% e della durata di 24 mesi, per finanziare viaggi studio o acquistare i libri oppure il computer.
E come detto all’inizio, l’ottimo lavoro svolto dalla maggioranza, durante l’ultimo Consiglio comunale, è stato completato dall’idea della minoranza, che ha proposto di creare delle borse di studio, per aiutare i giovani nel percorso universitario.

I commenti sono chiusi.