BI24_FLASH_ACCADDE OGGI: solito giorno, il 4 maggio, solito anno, il 1949, solita squadra. La più grande di tutti i tempi…

grande-torino-biella24

Forse non è un caso, che il primo, miracoloso, stupendo campionato, vinto nella sua storia, dalla squadra inglese del Leicester, sia arrivato proprio a pochi giorni, a poche ore, dal giorno immortale di Superga. Nel calcio “costruito”, “indirizzato”, “preconfezionato” di oggi, la squadra di Ranieri ci riporta infatti, con la pulizia del proprio trionfo, a quegli ideali, a quei valori che adesso, semplicemente, non sono più accettati. Peggio: che qui e adesso, vengono considerati superati, inutili, farlocchi.
Perché per vincere veramente – Capitan Valentino Mazzola ed il suo Grande Torino, continuano ad insegnarlo – non basta un risultato, una classifica, un gol in più. Quella squadra, quei ragazzi, quel club che ha spiegato alla storia del calcio, cosa vuole dire la parola “leggenda”, non si limitavano a superare gli avversari. Lo facevano anche onestamente, in maniera limpida, entrando e uscendo dai campi, tra gli applausi dei tifosi ospiti. Un fenomeno rarissimo, una luce senza precedenti, che il 4 maggio 1949, alle 17.03, esplode nel mito, schiantandosi contro quella basilica, su a Superga, che ancora oggi è uno dei pochi ombelichi veri, di quel calcio vero, fatto di partite, arbitri, classifiche e uomini veri.

I commenti sono chiusi.