BI24_FLASH_Vigliano: tra poco, in piazza Comotto, si balla il tango, per dire no alle violenze sulle donne

tango-argentino-biella24

Danzando, la danza più sensuale ed umana al mondo, si può dire no alle violenze che ogni giorno, vengono commesse nei confronti delle donne. tra poco, in piazza Comotto a Vigliano, si animerà di curiosi e, soprattutto, di ballerini e ballerine di tango, che volteggiando, tra una “figura” e l’altra, creeranno un “Flash Mob”, in favore del rispetto assoluto delle diversità di genere, dell’integrità della persona e del rifiuto di ogni forma di violenza.
“Il tango è passione e sentimento – spiega la consigliera comunale Flaviana Desogus, ideatrice dell’evento – sincronismo perfetto fra due corpi e due menti. Per questo rappresenta l’antitesi di ogni forma di prevaricazione e violenza; per questo, quindi, ho ritenuto di proporre a tutti di partecipare ad una milonga solidale nei confronti delle donne vittime di violenza. L’associazione Atanor Tango, scuola di danza, si è resa disponibile per l’organizzazione di questo momento preserale, cui mi auguro vogliano unirsi a noi in tanti. Non occorre essere ballerini esperti: il significato di questo evento sta proprio nella partecipazione e condivisione del messaggio di sostegno dei diritti inalienabili delle donne e delle bambine e della loro libertà individuale. Per questo raccoglieremo fondi per sostenere l’associazione Nonseisola di Biella, che offre supporto qualificato alle donne”.
“La violenza – le fa eco il Sindaco, Cristina Vazzoler – è certamente fatta di percosse e molestie. Ma anche controllare in modo ossessivo una donna, isolarla dal suo contesto amicale e familiare, umiliarla pubblicamente e sistematicamente, minacciarla per sottomettere la sua volontà: tutto questo costituisce una violenza subdola, spesso nascosta fra le pareti di casa, che si consuma ai danni di vittime che perdono, a poco a poco, la stima in se stesse e nella propria capacità di autodeterminazione. Per lottare contro tutto questo vi invito a partecipare con noi a questo momento di danza, di musica e di riflessione. Vi aspetto quindi sabato 28 novembre alle ore 18 in piazza Comotto”.

Annunci

I commenti sono chiusi.