BI24_FLASH_Emergenza profughi/2. Come volevasi dimostrare, se il rifugiato non porta il contributo… Biella accoglie poco

biella-degrado-zumaglini-biella24-002

_Ros
Ok, il vice sindaco Presa ed altri dipendenti del Comune, si sono mossi al di fuori di compiti istituzionali e orari lavorativi, per aprire gli ex uffici Atap e permettere agli ultimi pakistani giunti nell’Eldorado Biellese, di poter dormire al coperto ed in maniera vagamente dignitosa.
Ok, hanno anche tirato fuori, di tasca propria, i soldini per fare la spesa a quei poveri cristi, visto che la sera, la mensa di via Novara è chiusa. Ok, a Biella, nessuno è stato “sfrattato” o “scaricato”, né dall’Amministrazione comunale, né da Caritas o dagli altri enti, che sul Territorio, “gestiscono” i rifugiati.
Ma che non mi si venga a dire, che tutto quel viavai delle ultime settimane ai Giardini Zumaglini, sia solo una svista, piccola e casuale, di quella “macchina perfetta”, che è il sistema dell’accoglienza biellese…
Se, infatti, il passaparola che indica la nostra Provincia come nuovo eden per i pakistani, è una gatta da pelare mica da poco, che non si può però imputare a nessuno, la maniera in cui il Territorio sta prestando il fianco all’invasione di questi giorni, mostra quanto poco ci voglia, qui da noi, a “grattare via” la patina di professionalità e precisione, lasciando solo lo strato fragile e pasticcione, di chi invece dovrebbe essere un professionista delle emergenze.
La realtà, è che nessuno si aspettava che in Pakistan, fossero messi così male, da vedere nel Biellese di oggi, un paradiso in terra. La realtà, è che la Biella che accoglie con tanto amore, previo contributo statale, non avrebbe mai voluto fare i conti, con rifugiati che arrivano senza usare i “canali ufficiali”. E che quindi, non generano “reddito”.
Perché se il rifugiato che arriva, non ha diritto ai “danè” romani e regionali, non ne hanno diritto neanche le Onlus e tutti i “damoni” della carità, che dovrebbero occuparsi di loro. E come volevasi dimostrare, quando i buoni sentimenti sono “gratis”, restano in pochi, ad avere il cuore grande e lo spirito umano…

Annunci

I commenti sono chiusi.