BI24FLASH_ACCADDE OGGI: il 19 luglio 1992, circa 2 mesi dopo aver ammazzato Giovanni Falcone, la mafia uccide anche Paolo Borsellino

paolo-borsellino-biella24

Quando mi uccideranno…”. Ancora prima che la mafia, il 23 maggio 1992, a Capaci, ammazzasse Giovanni Falcone, la sua scorta e sua moglie, il giudice Paolo Borsellino, parlando con parenti ed amici, usava questa espressione: “Quando mi uccideranno…”. Niente se, niente ma. Solo un quando, da mettere i brividi. Una certezza, che diventa realtà il 19 luglio dello stesso anno: circa due mesi dopo l’attacco a Falcone, infatti, un’autobomba parcheggiata in via D’Amelio, sempre a Palermo, nei pressi della casa del madre del giudice, esplode, uccidendo Borsellino e la sua scorta.

Annunci

I commenti sono chiusi.